Quando si parla di adolescenza si fa riferimento a quel periodo transitorio, successivo all'età infantile e precedente all'età adulta, compreso a livello cronologico tra i 12 e i 20 anni.I limiti d'età appena citati non possono essere considerati definitivi e precisi, di fatti ogni individuo, in base alla propria personalità, alle proprie caratteristiche e alle proprie esperienze di vita, può maturare in momenti diversi o comunque vivere in maniera personale il periodo adolescenziale.Durante l'adolescenza avvengono numerosi cambiamenti, non solo a livello fisico, ma anche a livello psicologico, il corpo si modifica in maniera decisa, abbandonando le caratteristiche infantili e prendendo forma adulta. Si assiste alla prima comparsa del seno, alla crescita della barba e di tutti gli altri peli corporei sino ad allora assenti, il mutamento del timbro della voce ed una serie di altri mutamenti fisici che culminano, nelle ragazze, con l'inizio delle mestruazioni, e nei ragazzi, con la presenza dei primi spermatozoi attivi.Questo periodo viene ritenuto estremamente delicato, e nella maggior parte dei casi piuttosto problematico, tutti questi cambiamenti infatti portano spesso ad una impreparazione da parte degli adolescenti che si ritrovano costretti a subire delle modificazioni fisiche pur non essendo per nulla pronti.Gli adolescenti possono quindi sviluppare forti insicurezze o manifestare stati d'ansia, a causa della sensazione di inappropriatezza che li coinvolge, alla maturazione conseguono sempre nuovi comportamenti e quindi risvolti psicologici importanti, che influenzano fortemente lo sviluppo della personalità dei futuri adulti.Dal punta di vista emotivo, l'adolescente comune manifesta un forte senso di introspezione e di disagio che ha il suo apice soprattutto quando è a contatto con estranei dai quali si sente osservato ma sono assai frequenti i casi dell'adolescente scontroso e ribelle nei confronti delle convenzioni e delle autorità. Ciò è assolutamente nella norma poiché l'adolescente comincia a voler affermare la propria personalità proprio in coincidenza con la sua maturazione sessuale.Il genitore non deve meravigliarsi di questo atteggiamento e dovrà premurarsi di instaurare un dialogo sereno con il figlio. L'adolescente potrebbe altresì esplicitare problemi sessuali: è naturale che egli cominci proprio in tale fase a dimostrare il proprio interesse nei confronti di membri dell'altro o del medesimo sesso e ad avere i primi rapporti sessuali.E' chiaro che egli mostrerà dapprima un certo turbamento alle sue primissime e incerte esperienze, ma si tratta di un periodo di transizione durante il quale potrà avere il sostegno dei genitori.Sono diversi anni che mi occupo di adolescenti, il lavoro è finalizzato ad acquisire nuove abilità personali, sociali e di consapevolezza individuale.

© 2016 by CNStudio.

Dr. Cristian Nocco

Tel. 335 64 69 698

Dr.ssa Cinzia Piccolo

Tel. 346 3458918

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon